Come risparmiare energia utilizzando impianti fotovoltaici

Il riscaldamento di una abitazione incide per circa il 75%, sui costi dei consumi domestici. Molte quindi sono le persone che cercano una maniera per poter risparmiare energia e, di conseguenza, anche soldi. La soluzione c’è ed è anche piuttosto diffusa, soprattutto si tratta di andare incontro a varie esigenze: quella economica ma anche quella ambientale. Si parla degli impianti fotovoltaici. Vediamo ora come funzionano.

Cos’è un impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico è costituito essenzialmente da: pannelli o moduli fotovoltaici, inverter e quadri elettrici con cavi di collegamento. I pannelli sono la parte principale dell’impianto, quella visibile, ed hanno una inclinazione tra i 10 e 35°.

Gli inverter servono per trasformare la corrente continua generata dai pannelli fotovoltaici in corrente alternata. Un impianto fotovoltaico permette di risparmiare energia in quanto trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica.

Gli impianti vengono di norma connessi con la rete elettrica di distribuzione oppure possono essere costituite delle utenze isolate. Queste ultime si creano per zone particolarmente lontane dalla corrente elettrica, come baite di montagne, etc.

Quando l’impianto è connesso con la rete, esso lavora in parallelo. Questo significa che la rete di distribuzione funziona come accumulatore per l’energia prodotta dall’impianto. Dunque con tali strutture si produce energia rinnovabile e pulita, non si inquina, e si contribuisce a rispettare l’ambiente.

Come risparmiare energia

In pratica, l’energia che viene prodotta dal fotovoltaico durante le ore diurne è quella che viene utilizzata per alimentare gli apparecchi elettrici della casa. Questo permette di realizzare un risparmio di energia e quindi un minor costo della propria bolletta elettrica. L’energia prodotta dai pannelli è completamente gratuita. Addirittura è possibile consumare l’energia prodotta dal proprio impianto fotovoltaico e vendere quella accumulatasi e non consumata.

Il ricavo ottenuto sarà il guadagno permesso dall’impianto fotovoltaico. Inoltre è ovvio che l’impianto continua a lavorare anche in assenza delle persone all’interno della abitazione e l’energia immagazzinata può essere utilizzata ad esempio la sera, quando l’impianto non ha possibilità di produrre per mancanza del sole. In ultimo, l’impianto fotovoltaico permette di risparmiare energia anche perché offre la possibilità pure di riscaldare la propria casa, tramite le pompe di calore. Va infine sottolineato il fatto che esistono numerosi incentivi statali per installare sulla propria casa un impianto fotovoltaico. All’inizio il costo non è indifferente, ma con gli incentivi e con il risparmio che ne segue, la scelta si rivela presto vantaggiosa. Per di più, l’immobile con l’impianto fotovoltaico aumenta anche di valore su